• Agosto

    4

    2017
Il caffè crea dipendenza

Il caffè crea dipendenza

Ci sono molte idee contrastanti circa la dipendenza dalla caffeina. L’ Associazione tedesca dei Nutrizionisti sconfessa che si possa sviluppare dipendenza da una bevanda del genere, ritenendola pressoché innocua.

E’ vero che alcune persone manifestano mal di testa se non bevono una quantità minima di caffè al giorno. Tuttavia il mal di testa sarebbe solo temporaneo e dovuto semplicemente al fatto che il caffè dà una “spinta” a breve termine alla pressione sanguigna del corpo. Quando questo impulso non arriva, allora si può percepire un leggero malessere. Ma da qui a parlare di dipendenza, secondo i nutrizionisti tedeschi ce ne passa.

Al contrario gli americani sembrano avere tutt’altra opinione. Secondo il Journal of Caffeine Research, esisterebbe addirittura un “disturbo da uso di caffeina”, una vera e propria forma di dipendenza, equiparata addirittura a quella della droga. Sembra però che solo alcune categorie di persone risentano fortemente degli effetti della caffeina e che non riescano farne a meno. Per altri invece il caffè rimarrebbe un piacere, che se però non c’è non crea disturbo più di tanto.

Insomma le conclusioni a cui gli esperti sono arrivati, sembrano essere molto relative ai soggetti analizzati e non hanno davvero una valenza scientifica univoca.

In generale tutti i medici concordano nel consigliare un uso moderato del caffè, ma si tratta di un consiglio dettato dal buon senso che non ha nulla a che vedere con l’eventuale sviluppo di una patologia.

Per chi ritiene di aver esagerato con espresso e caffeina e vuole “disintossicarsi”, non c’è da avere timore. Non ci si deve considerare dei dipendenti da sostanza. Infatti gli effetti collaterali di una pseudo-sindrome di astinenza saranno solo un po’ di nervosismo e senso di spossatezza. In tutto probabilmente dureranno un paio di giorni e li si potrà attenuare diminuendo gradualmente le dosi di caffè al giorno.

Per conoscere le miscele di caffè e i diversi prodotti proposti da Simfed collegatevi su http://www.sim-fed.it/

* I marchi non sono di proprietà della Sim-Fed s.r.l., ne di società ad esse collegate.
Simfed srl © 2016 PIVA 01104390883

Powered by Wikiweb Agency